L'affare

29 Ott

   – Insomma, più vai giù nel sogno, più l'idea è forte?
   – Uhm, qualcosa del genere, ma non è che l'abbia capito poi tanto.
   Rispondo a Valter sorseggiando una tazza di tè bollente. Fa freddo, novembre bussa prepotentemente e io non vedo l'ora che arrivi l'estate. L'ho già detto? Di sicuro è un pensiero fisso, abbastanza da farmi violare le regole del buon commesso e concedermi un tè davanti ai clienti. Questo farà andare fuori di testa Jonathan, lo so, e forse è proprio il motivo per cui lo sto facendo – e Sara ha tirato fuori una bella immagine di due tori che si scontrano testa a testa – ma ora mi va così, e sto.
   Il dito della cliente punta al mio cuore: – Quanto costa?
   – Mi spiace, appartiene già ad un'altra persona. – Poi mi rendo conto che sto tenendo il tè alla stessa altezza. – Oh. Mi scusi. Credo un euro o due. Lì in fondo c'è il bar – indico.
   – Ma no, – sorride – dico la tazza: è carina.
   – Oh, grazie – ammiro la tazza con l'omino infuocato e la scritta sottostante: "I did it at home". – L'ho presa su internet.
   – E dove la trovo?
   Valter ed io ci guardiamo.
   – Su internet – fa lui.
   – Ma no, – sorride di nuovo – dico qui.
   – Non so se qualcuno la venda, in Italia. Però nel reparto "Multimedia" dove siamo ora di sicuro non c'è.
   – Ah… e la sua me la vende?
   – Mi spiace, ma…
   – Le do dieci euro.
   – No, guardi…
   – Quindici!
   – Signorina, no.
   – Bene, me ne vado! Grazie tante! Hai perso l'affare della tua vita.
   E, sì, se ne va.
   Valter scoppia a ridere, io rimango di sasso. – Guajò, hai perso l'affare della tua vita eh!
   – Gesù, – commento – quando l'affare della tua vita comincia a valere quindici euro, è il momento di inziare a preoccuparsi.

Annunci

3 Risposte to “L'affare”

  1. utente anonimo 29 ottobre 2010 a 2:33 PM #

    Bah certa cente è proprio assurda.
    Ma non le conveniva invece che essere così insistente e sgarbata per comrpare una tazza usata, insistere per farsi spiegare dove l'hai comprata su internet? Penso che per molti ci sia questo desiderio di avere sempre tutto e subito e che in qualsiasi negozio tutti debbano prostrarsi a questo meccanismo, senza pensare che 1) non è così, 2) puoi ottenere le cose con un poco di pazienza in più.

  2. utente anonimo 29 ottobre 2010 a 6:01 PM #

    Secondo me intendeva essere lei l'affare della tua vita… quanti anni aveva?

  3. bjby89 29 ottobre 2010 a 6:51 PM #

    Ahahahahahahh 😛
    voglio venire anche io li 😛 si ride troppo 😛 quanti soggetti divertenti e strani 😛

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: