Al ristorante cinese

16 Apr

   Cibo cinese: commestibile ed economico. Proprio quello che fa al caso di quattro commessi squattrinati, in cerca di una sera calda e tranquilla nella periferia romana. Seduti dietro un tavolo rettangolare parliamo del più e del meno sopra il brusio del locale, un mercato etnico di studenti universitari, adolescenti alle prime sortite serali, neo-genitori con seienni in estasi, vecchietti progressisti in libera uscita, business-men troppo eleganti e pieni di sé e naturalmente giovani commessi come noi, decisi a staccare nel migliore dei modi da una giornata infernale passata al Centro. Infilzo con le bacchette gli involtini primavera intinti nella sala agrodolce, mentre Sara sgranocchia nuvolette di drago e Valter e Michele si danno da fare con riso alla cantonese e pollo alle mandorle. Parliamo di tutto, meno che del lavoro: un chiaro segno che non intendiamo sposarcelo. Tra Pepsi e birre cinesi i primi minuti passano veloci, quando Valter s’alza di botto rovesciando l’acqua sul tavolo.
   – Che cazzo…?! – esclama Michele, spingendosi con la sedia lontano dal tavolo per non bagnarsi.
   Valter resta immobile con lo sguardo fisso davanti a sé, attirandosi addosso gli sguardi di tutta la sala. Non dice niente per cinque o sei secondi, poi si accorge di essere ancora lì, tra noi, e torna lentamente a sedersi.
   Sara lo guarda sconcertata. – Valter…? – mormora.
   Valter si passa una mano tra i capelli, poi ci guarda tutti quanti.
   – No guajo’, è che ho visto entrare una gnòra che mi pareva una cliente che ho avuto oggi e che m’ha fatto dannare l’anima per un cacchio di telefonino. Pensavo m’avesse seguito fin qui.
   Uno. Due. Tre.
   – Ma vaffanculo!
   – E tu scatti come un matto per questo?! Ma sei fuori!
   – Dio Santo, c’hai fatto prendere un colpo.
   Valter scuote la testa, poi mi guarda. – E’ grave, doc?
   Annuisco. – E’ paranoia.
   Sospira. – Minchia, mi ci mancava solo questa, insieme alla gastrite.

Annunci

5 Risposte to “Al ristorante cinese”

  1. utente anonimo 16 aprile 2010 a 7:10 PM #

    molto….. molto carino questo blog…..vi terrò d'occhio 😉

  2. utente anonimo 17 aprile 2010 a 8:47 AM #

    ma povero Valtere ……:(strega61

  3. utente anonimo 17 aprile 2010 a 9:49 PM #

    Ahahah! Speriamo che non l'abbia notato anche il cuoco. I soggetti bizzarri, lì li trattengono a lungo. Molto a lungo :-PBongio

  4. utente anonimo 19 aprile 2010 a 8:57 AM #

    Pensa a me, che lavoro in sanità.Ho utenti che mi perseguitano.Aiuto.sa30a

  5. istrionica 19 aprile 2010 a 1:24 PM #

    Pensando…. questa cosa si sa….Ma da altra parte abbiamo un ristorante cinese di 200 posti da sedere dove gente fa fila per mangiare… perche si mangia da Dio….Che strano.  Mi dispiace per tuoi 'eroi'…ahah!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: