Cataclismi (4)

5 Set

   I DVD sono a posto. Due ore e mezza, tanto ci è voluto per metterli in ordine alfabetico, aggiungere delle novità, rimpolpare dove necessario, scremare altra roba. Qui e lì, come sempre, c’è qualche titolo fuori posto: Luna di fiele alla lettera B, Ultimo tango a Parigi alla M, addirittura una ristampa del primo disco di Battisti in mezzo a due copie di Saturno contro. I clienti sanno come complicarmi la vita.
   Passare a bollinare sarebbe più riposante se non fossimo solo in due in reparto. Così mi trovo seduto dietro al bancone con un mucchio di videogiochi su cui appiccicare un foglietto adesivo. Ogni tanto alzo la testa, rispondo a qualche richiesta, e me ne torno ai miei pensieri, con pollice e indice che fanno il loro lavoro senza bisogno di supervisione.
   Finisco per le 11:30. Mi concedo un caffè, come ogni giorno da quando sono tornato. Non è un’abitudine, immagino sia un momento: rientrare dalle vacanze, lo sapete, è faticoso. I vecchi ritmi in qualche modo sembrano nuovi, diversi, e il tuo corpo e mente devono riabituarsi. Quindi un caffè, per avere l’energia necessaria ad andare avanti. D’altronde, dopo il lavoro mi aspetta il resto della vita. E anche durante, se è per questo.
   Giro tra gli scaffali e le colonnine dei cellulari. Sistemo un paio di espositori, qualche volantino fuori posto, raccolgo un fazzoletto che qualcuno ha lasciato cadere e lo getto nel cestino. Pare tutto in ordine ora, c’è poco altro da fare. Decido che oggi posso uscire dal reparto cinque minuti prima e me ne vado verso il corridoio-dipendenti.
   Pare quasi che mi stesse aspettando lì, Sara. Testa china, pensierosa, distante. La distraggo dai suoi pensieri avvicinandomi. Un po’ sorpresa mi guarda come in attesa, poi getta gli occhi su qualcos’altro, poi di nuovo su di me. Le faccio un sorriso per salutarla, mentre apro la porta del corridoio-dipendenti e la sorpasso in silenzio.
   – Comunque Valter non dice sempre cavolate.
   – …
   – …
   – …
   – …
   – …
   – …
  – Ah – è la mia risposta.

*Scusate il ritardo, ieri è stata una giornata piena dalla mattina alla notte, ma avevo deciso di iniziare e terminare questa miniserie di "Cataclismi" nell’arco della settimana, e così rimedio scrivendone oggi la conclusione.
Mi sembra già di vedere lo sguardo malizioso e soddisfatto di molti di voi. Non avevo bene idea di come rendere un po’ di avvenimenti recenti e questa miniserie mi è sembrata una buona soluzione: spero vi sia piaciuta.
Da lunedì si torna a un po’ di sana e quotidiana vita da commessi, ma non lascerò niente in sospeso. D’altronde "il resto della vita" è ciò che ci segue costantemente, anche durante il lavoro.

Buon weekend,
Dante

Annunci

16 Risposte to “Cataclismi (4)”

  1. italianeowyn 5 settembre 2009 a 1:03 PM #

    Ah-ahhhhhhhhhhhhhh.
    Qui gatta ci cova! 😀

  2. italianeowyn 5 settembre 2009 a 1:03 PM #

    Ah-ahhhhhhhhhhhhhh.
    Qui gatta ci cova! 😀

  3. LaVostraProf 5 settembre 2009 a 2:46 PM #

    Sì, proprio uno sguardo malizioso e soddisfatto (della famosa serie: lo sapevo, io!)

  4. utente anonimo 5 settembre 2009 a 2:49 PM #

    ehi Dante!!!! allora che stiamo aspettando??

  5. utente anonimo 5 settembre 2009 a 10:38 PM #

    Fyaa

  6. utente anonimo 5 settembre 2009 a 10:38 PM #

    Fyaa

  7. utente anonimo 6 settembre 2009 a 8:34 AM #

    Ok… quella è tua moglie…

  8. utente anonimo 6 settembre 2009 a 12:18 PM #

    Non è mia abitudine lasciare un parere su post che trattano di cose personali, amori e via discorrendo. Si rischia sempre di urtare le coscienze, parlare a sproposito, romper l’incanto. Permettimi comunque una constatazione.

    Per quel che ho imparato, difficilmente una relazione nasce sotto forzatura, se uno insiste e l’altro si lascia convincere. Ben miglio è invece se tutto vien naturale, quando il contorno delle cose spinge in quella direzione, insomma. Francamente, Dante, la tua situazione mi pare proprio quest’ultima. Allontanarti o seguir la corrente è una decisione che dovrai prendere, prima o poi.

    Bongio

  9. utente anonimo 6 settembre 2009 a 12:18 PM #

    Non è mia abitudine lasciare un parere su post che trattano di cose personali, amori e via discorrendo. Si rischia sempre di urtare le coscienze, parlare a sproposito, romper l’incanto. Permettimi comunque una constatazione.

    Per quel che ho imparato, difficilmente una relazione nasce sotto forzatura, se uno insiste e l’altro si lascia convincere. Ben miglio è invece se tutto vien naturale, quando il contorno delle cose spinge in quella direzione, insomma. Francamente, Dante, la tua situazione mi pare proprio quest’ultima. Allontanarti o seguir la corrente è una decisione che dovrai prendere, prima o poi.

    Bongio

  10. DanteHicks 6 settembre 2009 a 1:49 PM #

    Caro Bongio, a me, se non si era capito, sta molto a cuore la privacy, tanto per questioni strettamente legate al blog, quanto per carattere personale (niente Facebook, nome personale nascosto dove possibile, ecc). Mi piace tanto il modo in cui vi appassionate a quel che scrivo, perché capisco che nonostante sappiate identificare quanto il tutto sia romanzato, cogliete comunque l’essenza di ogni singolo capitolo, la realtà – a volte nucleare, a volte dominante – da dove esso nasce. E anche questa volta, col tuo commento, non mi smentisci!

    L’amore dev’essere naturale e per me è sempre stato così e spero che lo sia sempre. Mi piace il piacere, ovviamente (penso a quei brevi giorni con “Stefania”), ma la naturalezza delle “cose amorose” è tutt’altra emozione. Anche in questo caso, però, non sempre le cose vanno al meglio. Anzi, nonostante io opti per il biologico, non mi sono andate un granché bene finora. Però, insomma, come dice una mia cara amica, la vita è una sola ed è troppo breve per lasciarsi scappare un’occasione.

    Piano piano vi racconterò cos’è successo (e cosa sta succedendo) questa volta. Per il resto staremo a vedere…

  11. DanteHicks 6 settembre 2009 a 1:49 PM #

    Caro Bongio, a me, se non si era capito, sta molto a cuore la privacy, tanto per questioni strettamente legate al blog, quanto per carattere personale (niente Facebook, nome personale nascosto dove possibile, ecc). Mi piace tanto il modo in cui vi appassionate a quel che scrivo, perché capisco che nonostante sappiate identificare quanto il tutto sia romanzato, cogliete comunque l’essenza di ogni singolo capitolo, la realtà – a volte nucleare, a volte dominante – da dove esso nasce. E anche questa volta, col tuo commento, non mi smentisci!

    L’amore dev’essere naturale e per me è sempre stato così e spero che lo sia sempre. Mi piace il piacere, ovviamente (penso a quei brevi giorni con “Stefania”), ma la naturalezza delle “cose amorose” è tutt’altra emozione. Anche in questo caso, però, non sempre le cose vanno al meglio. Anzi, nonostante io opti per il biologico, non mi sono andate un granché bene finora. Però, insomma, come dice una mia cara amica, la vita è una sola ed è troppo breve per lasciarsi scappare un’occasione.

    Piano piano vi racconterò cos’è successo (e cosa sta succedendo) questa volta. Per il resto staremo a vedere…

  12. utente anonimo 6 settembre 2009 a 4:03 PM #

    Ma che pian piano? Non puoi lasciarci così,
    il popolo vuole sapere!
    🙂

  13. utente anonimo 6 settembre 2009 a 4:03 PM #

    Ma che pian piano? Non puoi lasciarci così,
    il popolo vuole sapere!
    🙂

  14. utente anonimo 7 settembre 2009 a 10:25 AM #

    e rispondi con un ah!!?!??!?!

    tanto valeva chiederle come era il tempo fuori o se pensa che le rotonde possano risolvere il problema del traffico…

    j.

  15. utente anonimo 7 settembre 2009 a 10:25 AM #

    e rispondi con un ah!!?!??!?!

    tanto valeva chiederle come era il tempo fuori o se pensa che le rotonde possano risolvere il problema del traffico…

    j.

  16. utente anonimo 7 settembre 2009 a 1:49 PM #

    tranquillo dante , sarà sempre più incomprensibile 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: