Bisogno di risposte

8 Giu

   Certe cose capitano e basta. Perché indagare sulle cause? Perché chiedersi il motivo? E’ capitato. Da qualche parte ci sarà un perché, ma a cosa serve saperlo? Ti aiuterà a capire meglio? A cambiare le cose? A volte non c’è bisogno di sapere le ragioni di qualcosa, per cercare una soluzione.
   – E così con Stefania…
   Con Sara c’era stata un po’ di tensione, ultimamente. Colpa mia, forse. Colpa del lavoro, magari. Colpa della Crisi, diremmo. Colpa di Bugs Bunny, probabilmente. Eppure, quale che sia il motivo, sappiamo entrambi che a un certo punto si possono ritardare le scuse – in questo caso le mie – e concentrarsi su cos’è importante.
   – Che devo dire, non andava. – Mi massaggio il mento, guardo da un’altra parte, poi sistemo i capelli. – Oh beh, per andare forse sarebbe dovuta partire.
   – Dai…
   – Ma sì, – scanso l’aria infastidito – è partita, è andata… e ora è semplicemente arrivata.
   Abbozza un sorriso di comprensione e mi accarezza un braccio. Poi, come nelle scene più clue dei film trasmessi dalla Mediaset, arriva la pubblicità.
   – Scusi.
   Sorrido al cliente (che sorriso finto, mio Dio): – Mi dica.
   Il tipo alza una cardbus: – L’ho pagata 25 euro.
   Sara ed io ci guardiamo.
   – Buon per lei – replico.
   – No, lei non ha capito – si scalda. – Sul cartellino c’era scritto che costava 21 euro e 50.
   Schiocco la lingua: – Ahh, capisco. Mi dispiace, è stato un nostro errore.
   – Ora mi spiegate perché.
   Di nuovo Sara mi guarda e io guardo lei. Vorrei cederle la palla, ma non credo che abbia una risposta migliore della mia.
   – Ehm, capita.
   – Cosa?! – esclama il tipo, visibilmente insoddisfatto.
   – Purtroppo può capitare, mi dispiace davvero. Magari qualcuno sbaglia a mettere il cartellino, o per errore riporta la cifra sbagliata.
   – Mi sta prendendo per il culo?
   Mi poggio le mani sul petto: – Signore non mi permetterei mai.
   – Lei mi sta prendendo per il culo?! – alza la voce.
   – No, guardi, dico davvero: può capitare. Comunque le spetta il rimborso, posso tranquill…
   – Io non voglio nessun rimborso! – urla. – Voglio solo sapere perché lì c’era scritto un prezzo e io invece ne ho pagato un altro.
   Non rispondo. Non rispondere, dice la mia mente. E io non rispondo. Sara, accanto a me, trema. Non per paura, credo; piuttosto è l’impotenza, l’impossibilità di cambiare le cose, di dare una spiegazione che il cliente ritenga accettabile. Ma io non rispondo. In mente ho uno di quegli insettini piccoli, neri, che quando li tocchi si fermano, immobili, fingendosi morti, aspettando che tutto passi.
   Il tipo mi guarda negli occhi. Io non oso neanche battere le ciglia. Poi, come se una cappa si schiudesse attorno a noi, prende consapevolezza dell’ambiente: i clienti che si sono fermati a guardare; Jonathan e Valter che si avvicinano lentamente; la vita che continua, indifferente alle sue richieste.
   Distoglie lo sguardo, ripone la cardbus nella busta, si scusa e se ne va.
   Sara mi guarda.
   – Non ho risposte – dico.
   Annuisce d’accordo.

Annunci

19 Risposte to “Bisogno di risposte”

  1. utente anonimo 8 giugno 2009 a 3:43 PM #

    Educato, accomodante e gran signore: bravo Dante! E’ questo ciò di cui parla il codice del bravo commesso, anche se lì la fa più elegante (del tipo “il cliente ha sempre ragione”, o simile). Comunque complimenti, bella freddezza.
    Bongio

  2. utente anonimo 8 giugno 2009 a 3:43 PM #

    Educato, accomodante e gran signore: bravo Dante! E’ questo ciò di cui parla il codice del bravo commesso, anche se lì la fa più elegante (del tipo “il cliente ha sempre ragione”, o simile). Comunque complimenti, bella freddezza.
    Bongio

  3. utente anonimo 8 giugno 2009 a 3:43 PM #

    Educato, accomodante e gran signore: bravo Dante! E’ questo ciò di cui parla il codice del bravo commesso, anche se lì la fa più elegante (del tipo “il cliente ha sempre ragione”, o simile). Comunque complimenti, bella freddezza.
    Bongio

  4. utente anonimo 8 giugno 2009 a 4:23 PM #

    Si scusa…

    Sai cosa mi fa paura? L’escalation di violenza e delirio che si sta espandendo ovunque.

  5. utente anonimo 8 giugno 2009 a 4:23 PM #

    Si scusa…

    Sai cosa mi fa paura? L’escalation di violenza e delirio che si sta espandendo ovunque.

  6. utente anonimo 8 giugno 2009 a 4:23 PM #

    Si scusa…

    Sai cosa mi fa paura? L’escalation di violenza e delirio che si sta espandendo ovunque.

  7. utente anonimo 8 giugno 2009 a 6:07 PM #

    sei una persona dotata di uno straordinario self control e di una pazienza degna di un monaco buddista.

    x come sono fatto io se mi avessero urlato in questo modo gli avrei semplicemente scatafasciato la sedia in testa e lo avrei guardato mentre era per terra agonizzante a sprizzare allegramente sangue -_-

  8. utente anonimo 8 giugno 2009 a 6:07 PM #

    sei una persona dotata di uno straordinario self control e di una pazienza degna di un monaco buddista.

    x come sono fatto io se mi avessero urlato in questo modo gli avrei semplicemente scatafasciato la sedia in testa e lo avrei guardato mentre era per terra agonizzante a sprizzare allegramente sangue -_-

  9. utente anonimo 8 giugno 2009 a 6:07 PM #

    sei una persona dotata di uno straordinario self control e di una pazienza degna di un monaco buddista.

    x come sono fatto io se mi avessero urlato in questo modo gli avrei semplicemente scatafasciato la sedia in testa e lo avrei guardato mentre era per terra agonizzante a sprizzare allegramente sangue -_-

  10. utente anonimo 8 giugno 2009 a 8:54 PM #

    poverino, solo questo mi viene da dire … ma che gli era successo prima per renderlo tanto acido?

  11. utente anonimo 9 giugno 2009 a 8:10 AM #

    caro dante, hai la mia comprensione. alcune persone sono incomprensibilmente pazze, ogni volta che leggo dei clienti che passano dalle tue parti penso che invece di lavorare in un centro commerciali tu lavori in un ospedale psichiatrico ahah.
    un abbraccio virtuale per il destino che si compie…:*

  12. utente anonimo 9 giugno 2009 a 8:10 AM #

    caro dante, hai la mia comprensione. alcune persone sono incomprensibilmente pazze, ogni volta che leggo dei clienti che passano dalle tue parti penso che invece di lavorare in un centro commerciali tu lavori in un ospedale psichiatrico ahah.
    un abbraccio virtuale per il destino che si compie…:*

  13. utente anonimo 9 giugno 2009 a 8:10 AM #

    caro dante, hai la mia comprensione. alcune persone sono incomprensibilmente pazze, ogni volta che leggo dei clienti che passano dalle tue parti penso che invece di lavorare in un centro commerciali tu lavori in un ospedale psichiatrico ahah.
    un abbraccio virtuale per il destino che si compie…:*

  14. DanteHicks 9 giugno 2009 a 2:02 PM #

    @Bongio: grazie caro 🙂

    @anonimo1: ne ho paura quanto te…

    @anonimo2: l’unica persona che riesce veramente a farmi infiammare in un istante è mia madre ^__^ ma ci sto lavorando!

    @anonimo3: come dico nel post: meglio non chiedersi i perché!

    @anonimo4: beh, prima o poi mi laureerò in psicologia: prendiamo questo lavoro come un campo di addestramento!

  15. DanteHicks 9 giugno 2009 a 2:02 PM #

    @Bongio: grazie caro 🙂

    @anonimo1: ne ho paura quanto te…

    @anonimo2: l’unica persona che riesce veramente a farmi infiammare in un istante è mia madre ^__^ ma ci sto lavorando!

    @anonimo3: come dico nel post: meglio non chiedersi i perché!

    @anonimo4: beh, prima o poi mi laureerò in psicologia: prendiamo questo lavoro come un campo di addestramento!

  16. DanteHicks 9 giugno 2009 a 2:02 PM #

    @Bongio: grazie caro 🙂

    @anonimo1: ne ho paura quanto te…

    @anonimo2: l’unica persona che riesce veramente a farmi infiammare in un istante è mia madre ^__^ ma ci sto lavorando!

    @anonimo3: come dico nel post: meglio non chiedersi i perché!

    @anonimo4: beh, prima o poi mi laureerò in psicologia: prendiamo questo lavoro come un campo di addestramento!

  17. utente anonimo 9 giugno 2009 a 5:15 PM #

    Esco un attimo dal lurk per dire che seguo sempre le tue vicende.

    La gente in giro è strana: non so cosa crede che un commesso ne possa sapere delle cose che accadono in una rivendita di elettronica, ma a volte vi tratta come se doveste sapere tutto.

    Questo qui, poi, deve essere deragliato in qualche suo viaggio , chissà che credeva di dire o fare, e poi è rinsavito.

    Comunque, da quando leggo il tuo blog vedo davvero con occhio diverso tutti i tuoi colleghi di lavoro e riesco a capire un po come vivono le situazioni, e diconseguenza capere meglio come comportarmi.

    Saluti
    Phitio

  18. utente anonimo 9 giugno 2009 a 5:15 PM #

    Esco un attimo dal lurk per dire che seguo sempre le tue vicende.

    La gente in giro è strana: non so cosa crede che un commesso ne possa sapere delle cose che accadono in una rivendita di elettronica, ma a volte vi tratta come se doveste sapere tutto.

    Questo qui, poi, deve essere deragliato in qualche suo viaggio , chissà che credeva di dire o fare, e poi è rinsavito.

    Comunque, da quando leggo il tuo blog vedo davvero con occhio diverso tutti i tuoi colleghi di lavoro e riesco a capire un po come vivono le situazioni, e diconseguenza capere meglio come comportarmi.

    Saluti
    Phitio

  19. utente anonimo 9 giugno 2009 a 5:15 PM #

    Esco un attimo dal lurk per dire che seguo sempre le tue vicende.

    La gente in giro è strana: non so cosa crede che un commesso ne possa sapere delle cose che accadono in una rivendita di elettronica, ma a volte vi tratta come se doveste sapere tutto.

    Questo qui, poi, deve essere deragliato in qualche suo viaggio , chissà che credeva di dire o fare, e poi è rinsavito.

    Comunque, da quando leggo il tuo blog vedo davvero con occhio diverso tutti i tuoi colleghi di lavoro e riesco a capire un po come vivono le situazioni, e diconseguenza capere meglio come comportarmi.

    Saluti
    Phitio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: