Gente perbene (2)

17 Apr

   – Perché ieri nessuno mi ha detto che era un Casamonica? Se l’avessi saputo avrei agito diversamente. Chessò, sarei scappato! E poi come fa Michele a sapere che è un Casamonica? Secondo me non l’ha neanche guardato in faccia. Ma perché diamine i Casamonica devono venire a comprare qui, mi domando!
   Valter mi ascolta perplesso, appoggiato col mento sulla mano.
   – A guajò, ma che stai a dicere?
   Non gli rispondo: dall’altro lato vedo il Casamonica entrare; con il masterizzatore in mano.
   Mi tuffo sotto al bancone tra le gambe di Valter, che si agita come una gallina.
   – Uè ma sei pazz’?!
   – Shh, c’è il Casamonica!
   Valter alza la testa.
   – Cosa vedi? – gli chiedo.
   – Sta venenno qui.
   – Ohcazzoohcazzoohcazzoohcazzoohcazzoohcazzo!
   – No aspè, aspè… L’ha apparàto Pietro.
   Esulto stringendo i pugni e strillando un silenzioso "Sssì!". Inconsciamente desidero quasi che Pietro spari al Casamonica: risolverebbe i miei problemi, ma è un po’ drastico. E neanche tanto inconscio.
   – Cosa fanno? – chiedo sporgendomi un po’.
   – L’omuncolo, il Casamonica, pare incazzato, sta a arremescà il masterizzatore e… indica qui.
   – Merda!
   – Pietro però lo sta accuietàndo.
   – Lo conosce?
   – Sì. Quel tipo viene spesso qui. E’ un disgraziato, un poveraccio, non so nemmanco s’è pe’ davvero un Casamonica. Pietro l’ha acchiappato un sacco di volte che tentava d’arrubbà qualcosa. Ormai non ci prova più, però so diventati amici.
   "Amici"?
   Valter mi fa cenno di alzarmi. Cautamente mi tiro in piedi, togliendomi di dosso la polvere.
   – Se n’è andato?
   – No.
   Risalto come un atleta sotto al bancone, finendo contro i cavi del PC e sbattendo su una parete. Valter ride sguaiatamente tenendosi la pancia.
   – Guajò, sei terrìbbele! Ti dovresti vedé!
   – Stai giocando con la mia vita! – urlo.
   – Ahahah, dai guajò, stavo pazziànn’. Se n’è ito, c’è Pietro qui dietro.
   Di nuovo mi alzo, con più circospezione di prima. Pietro, dall’altra parte del bancone, mi guarda come si guarda un folle.
   – Tutto ok, Dante?
   – Ehm, sì, sì, stavo… controllando una cosa al PC. Senti, – cambio discorso schiarendomi la voce – cos’ha detto il Casamonica?
   – Era incazzato con te. Dice che l’hai fregato; che quel masterizzatore non va bene per il suo PC; che voleva i suoi soldi indietro.
   – Oh Cristo, e tu?
   Alza le spalle, come fosse cosa da niente: – Gli ho detto che sei un po’ stordito, ma che sei un bravo ragazzo; e gli ho assicurato che all’assistenza clienti avrebbero risolto tutto. Sta più attento la prossima volta.
   Ringrazio Pietro con un cenno e il cielo con un altro. Domani redigerò il mio testamento e m’informerò se l’assicurazione del Centro copre l’omicidio.

Annunci

10 Risposte to “Gente perbene (2)”

  1. Puzzo 17 aprile 2009 a 3:18 PM #

    Ma certo che l’assicurazione del Centro copre gli omicidi!!!!

    Siamo noi gli intestatari delle polizze!

    Senti, per la lapide vuoi la foto davanti o di lato?

  2. Puzzo 17 aprile 2009 a 3:18 PM #

    Ma certo che l’assicurazione del Centro copre gli omicidi!!!!

    Siamo noi gli intestatari delle polizze!

    Senti, per la lapide vuoi la foto davanti o di lato?

  3. utente anonimo 17 aprile 2009 a 3:24 PM #

    Ahahah! Bellissimo, Dante! Davvero un racconto molto divertente, come al solito sviluppato col tocco del bravo regista. Complimenti, e buon fine settimana.

    Bongio

  4. utente anonimo 17 aprile 2009 a 3:24 PM #

    Ahahah! Bellissimo, Dante! Davvero un racconto molto divertente, come al solito sviluppato col tocco del bravo regista. Complimenti, e buon fine settimana.

    Bongio

  5. LaVostraProf 17 aprile 2009 a 8:25 PM #

    L’omicidio di chi?

  6. italianeowyn 18 aprile 2009 a 9:36 AM #

    Grande Pino! Hai visto che ogni tanto torna utile? ;D

  7. DanteHicks 18 aprile 2009 a 11:39 AM #

    non era Pino, era Pietro la guardia!
    non oso immaginare Pino in una situazione simile…

    comunque ridete, ridete, ma io ogni giorno guardo l’ingresso sperando di non rivedere il tizio 😐

  8. DanteHicks 18 aprile 2009 a 11:39 AM #

    non era Pino, era Pietro la guardia!
    non oso immaginare Pino in una situazione simile…

    comunque ridete, ridete, ma io ogni giorno guardo l’ingresso sperando di non rivedere il tizio 😐

  9. italianeowyn 20 aprile 2009 a 9:06 PM #

    Ah, ecco. Mi pareva strano che Pino si fosse “svegliato” tanto 😛
    (io, in compenso, dormivo… ^^;;)

  10. italianeowyn 20 aprile 2009 a 9:06 PM #

    Ah, ecco. Mi pareva strano che Pino si fosse “svegliato” tanto 😛
    (io, in compenso, dormivo… ^^;;)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: