Paese che vai…

9 Mar

   – E c’è la crisi, c’è la crisi, ma tutti hanno perlomeno due macchine…
   Fabio canticchia felice ordinando i cornetti nella teca di vetro, non di prima di aver servito il chissà-che-numero caffè della giornata.
   Lo guardo compiaciuto stringendo la mia tazza tra le mani: – Come mai così felice?
   Strizza l’occhio: – Stamani ho mandato un’Inglese a quel paese.
   – Quale paese?
   – Quello retto.
   Ridacchio, macchiandomi le labbra col caffellatte.
   – Cos’è successo?
   – Non so che cavolo di cultura abbiano… – sospira; poi si appoggia sul bancone davanti a me. – Questa signora, sui sessant’anni, mi ha chiesto un cornetto. Le do il cornetto, se ne va, io servo altri signori, e dopo cinque minuti torna. Dice qualcosa tipo "Questo cornetto non ha abbastanza cioccolato, ne voglio un altro". Al che la guardo, guardo il cornetto aperto a metà, e scoppio a ridere. "Signora," faccio "non può aprire un cornetto e poi decidere che non lo vuole più". L’apocalisse, Dante.
   Sorseggio dalla tazza senza staccare gli occhi da Fabio: – Cos’ha fatto?
   – E’ impazzita! Letteralmente impazzita! Ha iniziato a lanciare insulti e offese a destra e a manca; non so nemmeno cos’abbia detto, in realtà, comunque pretendeva di avere ragione. Ho cercato di calmarla, ma questa ha alzato ancora di più la voce e alla fine, l’ho capito bene, mi ha dato dello stupido. A quel punto non c’ho visto più: ho preso e l’ho mandata affanculo. – Alza le spalle: – Che altro dovevo fare?
   Torno con gli occhi sulla tazza, quasi vuota: – Eh boh, che altro dovremmo fare?

Annunci

7 Risposte to “Paese che vai…”

  1. utente anonimo 9 marzo 2009 a 4:26 PM #

    Una pazza 😀

    “I generi alimentari, una volta manipolati, non si cambiano, per questioni igeniche”

    Dritto sul grugno.

    Mettiamo la sulle regole, e vediamo se le rispettano.

    Saluti

  2. utente anonimo 9 marzo 2009 a 5:31 PM #

    Roba da notalwaysright.com

  3. Juny 9 marzo 2009 a 11:07 PM #

    ringrazio l’anonimo per avermi regalato momenti di gioia infinita rivelando l’esistenza di quel sito.

    grazie anonimo, ti venero.

  4. utente anonimo 10 marzo 2009 a 8:57 AM #

    E’ la prima volta che commento, ti ho scoperto tramite Eriadan e ti ringrazio per queste piccole chicche. Ora so di non essere da sola a dover combattere, al lavoro, con gente simile (lavoro diverso ma gli esauriti sono più o meno gli stessi). Dietro spinta dei miei amici, che intrattengo il sabato sera con i siparietti che vivo durante la settimana e le tue cronache…stò pensando anche io di fare una cosa simile…sarà un plagio lo so…ma è giusto che si sappia cosa tocca sopportare.

    una segretaria anonima

  5. utente anonimo 10 marzo 2009 a 9:16 AM #

    Ciao Dante, ti seguo sempre il tuo blog è molto divertente, continua cosi e cerca di stare calmo.

    Ps: Io di solito cerco di non chiedere mai nulla ai commessi guardo su internet le cose e poi le compro ma immagino che non per tutti sia cosi 🙂

  6. utente anonimo 10 marzo 2009 a 9:25 AM #

    Mamma mia che gente arrogante e stupida oltre che ignorante e buzzurra.
    Purtroppo per tutte le persone “beneducate” come noi gli idioti di questo genere si stanno moltiplicando….
    Meno male che la si può prende a ridere…

  7. DanteHicks 10 marzo 2009 a 3:37 PM #

    grazie dei complimenti ragazzi, sono commosso :°)

    @segretaria: ma no, quale plagio! Siamo in tanti a scrivere queste cose; non sono stato il primo (e nemmeno il decimo) e non sarò l’ultimo 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: