Ai suoi ordini (1)

12 Feb

   – Uè guajò, stamani avevi un altro esame no? Com’è andata?
   Michele smette di prezzare e mi guarda seccato: – Un altro ancora? E che palle, Dante, sei più noioso e ripetitivo di Sentieri.
   Ignoro il suo commento e smetto di bollinare i DVD: – Tredici.
   – Tredici?
   – Tredici.
   – E lo dici così? – Apostrofa Michele.
   – E come dovrei dirlo?
   Si stringe nelle spalle: – Che ne so, piangendo.
   Alzo un dito medio con appiccicato un bollino verde fosforescente.
   – Non si può avere tutto dalla vita, no? – Dico con noncuranza. – E poi era un esame del cavolo, lo ridarò e via.
   Con movimenti lenti e goffi mi metto in piedi. La schiena strilla e le ginocchia urlano, mentre il collo scricchiola pericolosamente. Mi concedo qualche attimo di massaggi, guardando intanto il cesto di DVD bollinati alla mia destra e i due metri quadrati di DVD da bollinare alla mia sinistra. Non credevo che il Purgatorio fosse così.
   – Non mi merito questo. Perché devo stare qui in magazzino a bollinare con voi?
   – Perché fuori stanno riordinando gli scaffali e non c’è spazio.
   – Sì, ma perché con voi?!
   Stavolta il dito medio lo alza Michele. Valter invece prosegue col suo solito schema, passeggiando avanti e indietro appiccicando i bollini in silenzio. Con un sospiro mi appoggio a uno scaffale e prendo un DVD a caso dalla cesta: "Ghostbusters 2".
   – Cos’è, è tornato di moda?
   Poi ne afferro un altro: "Frankenstein contro l’Uomo Lupo". Il terzo è "L’allenatore nel pallone", seguito da "Commando" e "Relic – L’evoluzione del terrore". Ma il terrore comincia a evolversi nella mia mente. Fino a questo momento non avevo prestato attenzione ai film che mi passavano tra le mani: bollinare è un compito noioso, spegnere il cervello e limitarsi ad attaccare quegli affari è la soluzione migliore per farlo passare in fretta. Scavo disordinatamente tra i dischi, alla ricerca di un film decente. Niente, neanche l’ombra di qualcosa lontanamente avvicinabile al concetto di "decenza". Solo decine e decine di titoli mediocri, vecchi, di cui nessuno si ricorda più, o di cui finge volontariamente di non ricordarsi. Cristo, ho davanti la più vasta collezione di film di serie B o di grandi successi del millenovecentoediosacosa.
   Guardo gli altri sconvolto: – Ma…
   – Già – fa Valter.
   – Ma… – ritento.
   – Ci ha già pensato Davide – fa Michele. – Credo che in questo momento stia parlando con…
   In quel preciso istante la porta posteriore del magazzino si apre e Davide compare in compagnia di un uomo alto, laccato, con una cravatta a righe e una camicia di cotone piquet.
   – …il Capo.

* Ops, la mia solita testa! Ho dimenticato di ringraziare il Grande Puzzo, che ieri mi ha dedicato un bellissimo post sul suo blog. Insieme a Bongio sono i due maschietti che da più tempo seguono queste righe (anche se Puzzo ha pochi mesi di vita: non so come faccia già a leggere) (ora che ci penso, non so neanche come faccia a scrivermi) (bimbo genio?) (bimbo mix?).
   Ancora un inchino con "domo arigatò" per il bimbo della rete e un invito per voi a fare un salto sul suo diario online 🙂
   A domani, per chi vorrà,
   Dante

Annunci

4 Risposte to “Ai suoi ordini (1)”

  1. LaVostraProf 12 febbraio 2009 a 9:29 PM #

    Be’? E quando vai avanti? Adesso starò tutta notte a pensare se il Capo risolverà tutto con un colpo di bacchetta magica o se…
    Uff…

  2. utente anonimo 13 febbraio 2009 a 8:22 AM #

    Credo che il ringraziamento te lo debba io, non credi? Sei la miglior scusa di distrazione da lavoro abitudinario. Il dito medio alzato era per fare a gara della pellicola peggiore, tipo le aste al ribasso, giusto? 😉

    In bocca al lupo per gli esami.
    Bongio

  3. utente anonimo 13 febbraio 2009 a 3:02 PM #

    Ma dai, anche i B-Movie possono rivelarsi ottimi, prendi per esempio “Killer Klown from outer space”, certo è un Horror comico ma vale la pena

  4. DanteHicks 13 febbraio 2009 a 3:04 PM #

    Eh, il problema è che non li dobbiamo guardare noi: li dobbiamo vendere!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: