Quattro commessi al bar (3)

29 Gen

   Cinque minuti e poi si attacca. Fabio torna da noi e sorride mesto: – Eh, insomma, bel lavoro di merda tutti quanti.
   Michele fa spallucce: – C’è di peggio.
   – Tipo?
   Lo guardiamo tutti, in attesa. Lui rimanda un’occhiata noncurante a me e Valter: – Non vi ricordate il promoter di qualche mese fa? Quello laureato in fisica, che ogni giorno ci spiegava come stesse lavorando ad una tesi su un calcolatore (o Dio solo sa cosa), senza mai portarla a termine.
   Ce lo ricordiamo, eccome. Ma tra me e me penso che ci ricordiamo più il modo in cui ci faceva sentire: bene. E’ triste, ma sapere che non eravamo gli unici a sprecare la nostra vita… Oddio, è questo che penso? Sto sprecando la mia vita? Oh Gesù, non bastavano la crisi mondiale, lo spreco di risorse, la fine del petrolio, la guerra in Medio Oriente, l’inquinamento ambientale, i miei vicini… devo proprio andarmi a cercare una preoccupazione in più?!
   Valter porge una banconota da 5 a Fabio: oggi offre lui.
   – Guajò, voi siete tutti scimuniti.
   Lo sappiamo com’è Valter: spensierato, noncurante, easy. Solitamente tendiamo a non dare molto ascolto a ciò che dice (o a pesarlo il giusto, insomma), ma non so perché, stavolta cattura l’attenzione di tutti.
   – Male, non male, lavoro, non lavoro. Ma che state a dicere? Il lavoro da commesso è una mmerda? E certo che lo è. Ma perché, pensate che l’avvocato sta meglio di noi? Che il medico sta meglio di noi?
   Punta il dito su Michele: – Michè, te facevi l’informatico prima. Che era, tutto rose e scìori?
   – Lavoravo in un negozio di computer, che è un po’ div…
   – Vabbuò, me stai a ‘ntènne o no?
   Michele annuisce. Allora si gira verso di me.
   – E te non devi addeventà psicotico?
   – Psicologo.
   – E’ suòccio. Te vedrai i pazzi, i matti. Che è: sarà sempre bello?
   – Beh, in effepti…
   – E allora non cagate ‘o cazz’. Sapete perché ‘sto lavoro non vi aggarba? Perché non è il lavoro che volete fare per tutta la vita. Io lo so, e per questo non mi dispero. Tra un po’ compio 29 anni e fernìsco l’università. Allora sì che vorrò trovarmi nu’ lavoro che mi soddisfa davvero. Fino ad allora qui ce ‘sto solo pe’ campà.
   Prende il resto e se ne va via.
   Saluto Fabio con un gesto e lo seguo. Michele mi viene dietro.
   Mi piacerebbe che questo fosse un telefilm, così il discorso di Valter avrebbe aggiustato tutto quanto. Solo che nei telefilm tralasciano di dire che Michele lavora qui senza alcun progetto per il futuro; che secondo gli standard io avrei dovuto finire l’università tre anni fa; e che Valter stesso, in realtà, non sa di preciso che cosa farà con la sua laurea.
   Su una cosa, però, ha ragione: non è il lavoro che vogliamo fare per tutta la vita. Forse dovremmo cominciare a pensarci.

Annunci

14 Risposte to “Quattro commessi al bar (3)”

  1. Puzzo 29 gennaio 2009 a 4:48 PM #

    Io pure non faccio quello che vorrei: l’intrecciatore di perline.
    😉

    Ma ovviamente sto preparandomi a cambiare: dominatore dell’Universo è ancora scoperto!

  2. utente anonimo 29 gennaio 2009 a 4:49 PM #

    Sì, Valter ha ragione, però come vorrei prendere la vita come lui, con più tranquillità e senza tante preoccupazioni!

    (i Ralfe Band li sto adorando!)
    Và

  3. Aladel 30 gennaio 2009 a 12:01 PM #

    E come dicevano nel film “il diavolo veste Prada”: W I LAVORI CHE FANNO PAGARE L’AFFITTO DI CASA!!!
    P.S. Anche io vorrei diventare DOMINATRICE DELL’UNIVERSO, ma vedo che anche qui c’è già la concorrenza!!!!
    ^__^

  4. Samirah 30 gennaio 2009 a 12:03 PM #

    Commessi e scommesse[..] Seguo con interesse da mesi ormai il blog di un ragazzo che si mantiene lavorando come commesso in un centro commerciale in attesa della laurea (Cronache di un lavoro qualunque: probabilmente molti di voi già lo conoscono). Questa mattina mi son [..]

  5. utente anonimo 30 gennaio 2009 a 12:08 PM #

    Il problema vero, quindi, è che non si capisce bene cosa fare della propria vita, nel non trovare gratificazioni in quello che si sta facendo ora, e nel non riuscire ad immaginare il futuro?

    Benvenuto nel 99% della popolazione umana! 😀

    QUesti problemi sono difficili, spece per noi, incastrati in meccanismi produttivi molto rigidi, ma soprattutto dotati per nostra sfortuna della possibilità di avere una visione più ampia del mondo.

    Un tempo non si aveva tutto ciò. La visuale era ristretta, insieme con la cultura. Spesso si seguivano le orme paterne, spesso si sapeva già che lavoro finire a fare, spesso (e questo è il punto) si partiva già con una accettazione di questo destino.

    Il problema è che affrontare la vita non è facile, specie quando per un verso o perl’altro si è stati supportati dalla propria famiglia, tenuti in stand-by durante questi benedetti studi che dovrebbero offrirci opportunità superiori (in una folla di altri individui con le stesse qualifiche, ed un numero di lavori corrispondenti in stallo o diminuzione).

    Un consoglio ed un avviso: non so a che punto sei degli studi (non ho letto tutti i tuoi post) ma finisci prima che puoi gli studi.

    La statistica crudele dice che il maggior numero di abbandoni cade a 3-5 esami dalla laurea.

    Finiscili, perche questi esami ela tesi diventano sia un peso che un alibi per non guardare al futuro.

    Te lo dice uno che ci ha messo 10 anni a laurearsi, dopo aver cambiato facoltà, predendo 5 anni di tempo in questo processo.

    Saluti
    Phitio

  6. utente anonimo 30 gennaio 2009 a 1:29 PM #

    Ehehe io ho incominciato a pensarci già al primo anno di lavoro… ci sarebbero tanto cose che mi piacerebbe fare.. ma per ora sono solo progetti che spero si possano realizzare in un futuro non troppo lontano … tutto quello che c’è in mezzo serve solo “pe’ campà”. 😉

  7. DanteHicks 30 gennaio 2009 a 2:37 PM #

    @Phitio: piuttosto che mollare a 3-5 esami dalla fine mi faccio saltare in aria in parlamento! (così sarà una morte utile ^__^)

  8. IchHasseKinder 30 gennaio 2009 a 3:05 PM #

    oggi una dose di Valter mi farebbe proprio bene…giornata pessima,iniziata con un mal di testa da sbornia e continuata con un litigio furioso con il mio capo e con le mie nocche sbucciate per aver preso a pugni il muro del bagno dell’ufficio.Odio farmi condizionare la giornata,o la settimana.o gli ultimi due anni della mia vita da un cretino.Nel mio casoabbondo,i cretini sono 20,più centinaia di persone chemi chiamano durante il giorno perchè hanno la bua!Sono diventata cinica perennemente incazzata e stanca.A 23 anni NON SI PUò ESSERE STANCHI,non normale non è giusto,non era da me.Mi vedo trasformata allo specchio.E se mi guardo dentro è anche peggio.Oddio scusa lo sfogo..ma non so perchè penso che tu possa capire almeno in parte,sindromi premestruali escluse :p

  9. Samirah 30 gennaio 2009 a 4:15 PM #

    Idem! Me ne mancano giusto 5… O_o

  10. utente anonimo 30 gennaio 2009 a 7:40 PM #

    non mollare dante, la vita è dura per chiunque, e quando pure trovi il lavoro dei tuoi sogni non è mai facile.
    prendila come un momento temporaneo, se non vuoi che sia il tuo lavoro di una vita non lo sarà!
    a presto!
    Lauryn

  11. DanteHicks 30 gennaio 2009 a 9:49 PM #

    @IchHasseKinder: ahh, gli idioti non verranno mai a mancare: ma poi te lo immagini un mondo senza idioti?! Io no, perciò non saprei cosa dire in risposta alla mia domanda…

    Dai, sono contento che mi reputi in grado di capirti un po’. E sono contento di non avere le mestruazioni ^__^

  12. IchHasseKinder 31 gennaio 2009 a 12:36 PM #

    un mondo senza idioti sarebbe noioso ma estremamente rilassante…ne sono certa.ecco perchè comincerò la sterminazione di massa

  13. DanteHicks 31 gennaio 2009 a 2:15 PM #

    vedi? ora, grazie a loro, la tua vita ha un senso! 😀

  14. IchHasseKinder 1 febbraio 2009 a 12:10 PM #

    non c’è nulla da fare ogni volta m’illumini!!!Dovresti farti pagare con la qualifica di mentore o maestro supremo…ma visto che sono sempre senza un centesimo farai per me opere probono

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: