Prozac

9 Gen

   Sono depresso.
   Quando si avvicina il periodo degli esami universitari sono sempre depresso. Mi ricorda quanto ancora mi manchi alla fine (beh, non così tanto, attualmente) e quanto tempo ci ho messo ad arrivare fin qui (ok, così tanto). Poi scendo dalla macchina, prendo l’ascensore del Centro, arrivo al negozio, passo il badge all’entrata del corridoio dipendenti, mi cambio, entro in reparto e… la prospettiva di scontare qui dentro il resto dei miei giorni mi assale come una sorta di mostro oscuro, succhiando avidamente le poche energie positive che mi sono rimaste.
   L’ho già detto, ma ridiciamolo: il lavoro, in certi casi, non aiuta.
   Davide mi saluta frettolosamente, correndo verso un lato del negozio: – Ciao Dante! Squilla il telefono, ci pensi tu?
   No.
   Ok, sì. Ma lo farò male. Oggi è grigio e l’ultima cosa che voglio è mettermi a lottare con un…
   – Pronto?
   – E’ il Centro?
   – No, pizzeria da Mimmo.
   Silenzio spaziale dall’altro capo del telefono. Forse si aspetta una mia smentita; forse si chiede se ha fatto il numero sbagliato; forse se non dico nient’altro resteremo così per l’intera mattinata.
   – Stavo scherzando, – aggiungo melanconico – è il Centro.
   – Ah. Sì. Senta…
   L’ho spiazzato. E’ bello quando li spiazzi. Vorrei poter spiazzare anche i miei professori. Spiazzarli via dalla mia vita. Si può usare il termine spiazzare in questo c…
   – …capito?
   Ops.
   – Mi scusi, signore, c’è stata un’interferenza. Può ripetere?
   L’ho spazientito. E’ bello quando li sp… ok, meglio mettere un freno alla testa.
   – Le ho detto che volevo fare un cambio, è possibile?
   – Sì, beh, non via telefono. Deve portarmi il prodotto, munendosi di scontrino.
   – Ecco, questo è il problema: non ho lo scontrino.
   Una novità.
   – Signore, ma senza scontrino come faccio a farle il cambio? Per quanto ne so potrebbe averlo preso ovunque, quel prodotto. – La mia voce è la quintessenza dell’apatia. Sono "Malinconia" di Edvard Munch, Something In The Way dei Nirvana, il protagonista maschio de "Il giardino delle vergini suicide". Sigmund Freud mi avrebbe voluto come compagno di merenda.
   – Ma guardi, non l’ho preso io, l’ha preso mia moglie…
   – Oh beh, questo cambia tutto.
   – …una signora alta…
   Comincio a fare scarabocchi con la penna.
   – …con due bambini…
   Disegno un omino.
   – …un barboncino bianco…
   E un patibolo.
   – …ricorda? E’ venuta da voi il giorno prima di Natale.
   Qualcuno mi strappa la cornetta pinzata tra spalla e orecchio, facendomi scivolare il gomito dal bancone e schizzare via la penna dalla mano.
   – Signore il mio collega è depresso, richiami più tardi. – E’ Michele. Riaggancia senza dire altro, poi si rivolge a me con un cenno del mento: – Esami?
   – Esami.
   – Caffè?
   – Caffè.
   Odio il mio lavoro, amo i miei colleghi.

Annunci

14 Risposte to “Prozac”

  1. utente anonimo 9 gennaio 2009 a 6:51 PM #

    All’inizio credevo stessi tracciando l’identikit della cliente. Al cappio ho realizzato di aver ragione.

    Bongio

  2. utente anonimo 9 gennaio 2009 a 6:51 PM #

    All’inizio credevo stessi tracciando l’identikit della cliente. Al cappio ho realizzato di aver ragione.

    Bongio

  3. ladyyuna85 9 gennaio 2009 a 8:19 PM #

    fantastico quando sembra che stiano facendo un identikit…solo che non pensano a quanta gente ci passa davaniti…sotto natale arrivo perfino a dire “buonasera mi dica” a mio fratello se passa in negozio -_-

  4. Puzzo 9 gennaio 2009 a 8:32 PM #

    Questo è un mondo perfetto!

    😛

  5. Puzzo 9 gennaio 2009 a 8:32 PM #

    Questo è un mondo perfetto!

    😛

  6. Berenyke 10 gennaio 2009 a 10:57 AM #

    WOW ahuahau fortissimo.. ma scusa ma tutto ciò, dare certe risposte.. si può fare coi clienti? XD non ti insulta nessuno?? XD

  7. DanteHicks 10 gennaio 2009 a 3:48 PM #

    ahahah grande Bongio :°D

    @Berenyke: buona norma ed educazione vogliono che non si risponda così ai clienti, ma dopo un po’ risposte simili diventano un meccanismo di difesa: o tu, o loro.
    comunque è strabiliante quanti pochi clienti mostrino una qualunque reazione a simili comportamenti dei commessi!

  8. DanteHicks 10 gennaio 2009 a 3:48 PM #

    ahahah grande Bongio :°D

    @Berenyke: buona norma ed educazione vogliono che non si risponda così ai clienti, ma dopo un po’ risposte simili diventano un meccanismo di difesa: o tu, o loro.
    comunque è strabiliante quanti pochi clienti mostrino una qualunque reazione a simili comportamenti dei commessi!

  9. margot80 10 gennaio 2009 a 11:49 PM #

    un bacio e un abbraccio fortissimo da una commessa studentessa laureanda e chi più ne ha più ne metta!

  10. utente anonimo 11 gennaio 2009 a 7:18 AM #

    non voglio provocare ma se questo tipo di lavoro provvisorio logora così tanto (ultimamente leggo solo commessi-al-limite), perché non cercarne uno che almeno non implichi il rapporto coi clienti?

  11. PienadiSe 11 gennaio 2009 a 5:13 PM #

    Passo spesso di qui. E’ un posto che mi piace… Proprio come uno di quei negozi del centro di cui parli (forse ho capito quale sia…). Mi piace sapere che c’è gente come te.

    -PienaDiSe-

  12. PienadiSe 11 gennaio 2009 a 5:13 PM #

    Passo spesso di qui. E’ un posto che mi piace… Proprio come uno di quei negozi del centro di cui parli (forse ho capito quale sia…). Mi piace sapere che c’è gente come te.

    -PienaDiSe-

  13. forgeress 23 gennaio 2009 a 4:55 PM #

    che cosa così carina *.*
    son commossa :_:

  14. forgeress 23 gennaio 2009 a 4:55 PM #

    che cosa così carina *.*
    son commossa :_:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: