Il giorno di riposo

1 Feb

   Oggi è stata una giornata infernale. Mi dicono che il venerdì pomeriggio è spesso così, ma io so solo che ho passato l’intero pomeriggio a pensare: io non dovrei essere qui.
   Il tizio con cui ho fatto il colloquio d’assunzione è stato molto gentile e mi ha spiegato passo passo i miei doveri e diritti contrattuali. Arrivato al giorno di riposo settimanale non ho avuto niente da chiedere, ma mi sono lasciato scappare un apprezzamento sul ritrovarmi, per la durata dei quattro anni del contratto, il venerdì.
   A quel punto il tipo ha sorriso e con fare sardonico mi ha detto: – Beh sì, lì c’è scritto venerdì (ed ufficialmente è così), ma è solo per rispettare alcuni obblighi contrattuali. Il tuo riposo settimanale sarà il martedì.
   Inizialmente l’ho guardato con un mezzo sorriso alla "Ahahah mi stai prendendo per il culo!", poi ho capito che no, non mi stava prendendo per il culo: il riposo di venerdì me lo scordo prim’ancora di iniziare il lavoro.
   E oggi è una giornata infernale.
   Io non dovrei essere qui.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: